Presentato al MANN il programma della XXIV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, dal 27 al 30 ottobre a Paestum

Comunicato stampa del 24/10/2022

 

La BMTA, nel Tabacchificio Cafasso a Paestum dal 27 al 30 ottobre, è stata presentata stamane presso il Museo Archeologico di Napoli. Ha portato il saluto del MANN, in rappresentanza del Direttore Generale Paolo Giulierini, Antonella Carlo responsabile comunicazione.

Erano presenti per la Regione Campania, Felice Casucci Assessore regionale alla Semplificazione amministrativa e al Turismo e Rosanna Romano Direttrice Generale per le Politiche Culturali e il Turismo; per la Città di Capaccio Paestum il Sindaco Franco Alfieri; per il Parco Archeologico di Paestum e Velia il Direttore Tiziana D’Angelo; per la BMTA il Fondatore e Direttore Ugo Picarelli.

“La partecipazione del MiC alla Borsa trova rispondenza negli obiettivi del Ministero che guarda con favore ad appuntamenti annuali che hanno un occhio particolare per le politiche del patrimonio culturale – ha evidenziato Teresa Elena Cinquantaquattro Direttore Segretariato regionale del MiC per la Campania – Gli spazi del Ministero sono concentrati sul tema della via Appia: un progetto di grande respiro che mira anche alla riqualificazione delle periferie, oltre a rappresentare gli istituti periferici e numerosi parchi e musei archeologici”.

 

 “La BMTA è un’occasione per il territorio di farsi conoscere e della Soprintendenza di verificare la possibilità di valorizzazione del territorio in un contesto internazionale”, ha precisato Raffaella Bonaudo Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Salerno e Avellino.

“Siamo estremamente orgogliosi di ospitare la BMTA che è una fonte di arricchimento per Paestum, anche perché intorno a questo evento si è sviluppata una importante rete di collaborazioni – ha evidenziato Tiziana D’Angelo Direttore del Parco Archeologico di Paestum e Velia – Il programma è molto ricco ed è interessante l’approccio metodologico che esamina un turismo che sta cambiando e di cui è importante discutere, almeno con cadenza annuale, per riflettere sulle diverse strategie da attuare”.

 

“Dopo il successo dello scorso anno, siamo pronti a ospitare anche quest’anno la XXIV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. La BMTA resta l’evento di punta del NEXT, la Nuova Esposizione ex Tabacchificio, che nel corso di questi mesi ha consolidato il suo prestigio, divenendo punto di riferimento come polo fieristico regionale – ha sottolineato Franco Alfieri Sindaco di Capaccio Paestum – Quest’anno, poi, l’evento si svolgerà in una Capaccio Paestum che, con l’Unione dei Comuni Paestum Alto Cilento, è stata finalista per il titolo di Capitale italiana della Cultura 2024. Dunque è per noi ulteriore motivo di orgoglio dare anche questo prestigioso contributo d’immagine alla BMTA, che ormai è una consolidata e sempre più preziosa vetrina internazionale dell’offerta archeologica campana, italiana e non solo”.

 

“La Regione Campania affaccia sul Mediterraneo e vanta un patrimonio culturale archeologico vasto ed importante che ha una forza simbolica enorme; il nostro ruolo è quello di compiere scelte strategiche e accompagnare le amministrazioni locali, i territori, gli operatori del settore per valorizzare il patrimonio che abbiamo ereditato – ha spiegato Felice Casucci Assessore alla Semplificazione amministrativa e al Turismo della Regione Campania – Il turismo archeologico è un turismo colto, selezionato e appassionato e sprigiona un’energia creativa che investe certamente i grandi attrattori, ma l’impegno che dobbiamo onorare è promuovere anche i tanti siti storici non conosciuti di cui tutta la Campania è ricca, portandoli all’attenzione nazionale e internazionale e per questo eventi come la BMTA sono una vetrina importante”.

 

“La Campania ha un’identità culturalmente forte come testimoniano i riconoscimenti Unesco che ci certificano come la regione italiana con il più alto numero di beni materiali e immateriali tutelati e questo primato ci dà un grande onore e una grande responsabilità – ha sottolineato Rosanna Romano Direttrice Generale per le Politiche Culturali e il Turismo della Regione Campania – Dobbiamo custodirne e trasferirne il valore e al tempo stesso renderli fruibili e per questo lavoriamo costantemente sul “Modello Campania” che, considerando la cultura e il turismo asset fortemente connessi, ha l’obiettivo di promuovere tutti i territori, le bellezze e le competenze turistiche che esprimono; di questi l’incoming legato al patrimonio archeologico, soprattutto quello meno conosciuto ma ugualmente affascinante, rappresenta uno dei nostri impegni prioritari”.

 

 Infine Ugo Picarelli Fondatore e Direttore della BMTA, così è intervenuto:

“La BMTA è pronta ad accogliere 20 Paesi esteri, 100 convegni, 500 tra moderatori e relatori che qualificano la valenza internazionale della Borsa. Questo risultato ci gratifica e ci rende consapevoli che apriamo le porte a nuove opportunità legate al turismo culturale, che di fatto è il primo prodotto turistico nel nostro Paese, molto ambito dagli stranieri: l’Italia è ai primi posti come attrattore internazionale per la sua bellezza e la cultura dell’ospitalità. Grande attenzione anche al mondo della scuola e dei giovani grazie alla presenza, tra l’altro, dell’Associazione Start up Turismo, dell’Associazione Giovani per l’Unesco, ma anche alla presentazione dell’offerta formativa e dei Laboratori di Archeologia Sperimentale”.

La BMTA si svolgerà dal 27 al 30 ottobre presso il Tabacchificio Cafasso, il Parco e il Museo Archeologico, la Basilica Paleocristiana. Saranno presenti 150 espositori (ben 17 territori regionali rappresentati, 12 Regioni (tra cui la Regione Campania con uno stand di 150 mq), Roma Capitale con il Municipio X e il Ministero della Cultura con 500 mq dedicati ai Parchi e Musei autonomi, dal Colosseo a Paestum e Velia, da Sibari ai Campi Flegrei, dal MANN di Napoli al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria e ancora Europa Creativa, Ales, Parco di Gaiola), di cui 20 Paesi Esteri (per la prima volta Arabia Saudita, Libano, Palestina, la Macedonia greca e il ritorno di Cina, Cipro, Spagna) e con Trenitalia, ACI ed Enel X.

Il Ministero della Cultura nel proprio spazio presenterà la candidatura della Via Appia Antica, nel percorso integrale da Roma a Brindisi e comprensivo della variante traianea, per l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO (4 Regioni, 74 Comuni, 14 Parchi, 13 tra Città Metropolitane e Province, 14 Parchi, 25 Università, 28 uffici dello stesso Ministero, oltre a numerose comunità territoriali si sono uniti per tutelare, valorizzare e promuovere la candidatura di questo percorso, che si sviluppa quasi per intero nel Mezzogiorno d’Italia).

Tra le principali iniziative in programma:

Conferenza con i Direttori dei Parchi e Musei Statali Autonomi (giovedì 27 ottobre) con la sessione a cura dell’Ufficio Italia del Parlamento Europeo dal tema Il sostegno del PNRR alle destinazioni, ai parchi e musei archeologici per la valorizzazione dei territori, dei siti e per la promozione del turismo culturale; intervengono i vertici del Parlamento Europeo e dei Ministeri del Turismo e della Cultura, i Presidenti delle Organizzazioni Datoriali (Marina Lalli per Federturismo Confindustria e Vittorio Messina per Assoturismo Confesercenti). Nella seconda sessione Parchi e Musei Archeologici a confronto partecipano due prestigiosi musei esteri con Ahmed Farouk Ghoneim Direttore Museo Nazionale della Civiltà Egiziana e Fatma Naït Yghil Direttore Museo del Bardo di Tunisi;

Conferenza sull’Archeologia Sotterranea in Italia (venerdì 28 ottobre) che intende dare risalto ai tanti luoghi sotto le nostre città realizzati dall’uomo, quali caverne, cripte, catacombe, gallerie, labirinti, al fine di individuare contenuti e strumenti per promuovere una offerta contrassegnata da bellezza, unicità, percorsi emozionali, sostenibilità, dove città e territori sono protagonisti. La partecipazione della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra con il Segretario Generale Mons. Iacobone, dell’ENIT con il Consigliere Pappalardo, del Touring Club Italiano con il Presidente Iseppi con Comuni e Regioni ha l’obiettivo di lanciare un progetto interregionale dei territori protagonisti;

International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad” (venerdì 28 ottobre) 8ª edizione del Premio intitolato all’archeologo di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale, l’unico riconoscimento a livello mondiale dedicato alle scoperte archeologiche e ai suoi archeologi, che con sacrificio, dedizione, competenza e ricerca scientifica affrontano quotidianamente il loro compito nella doppia veste di studiosi del passato e di professionisti a servizio del territorio. Partecipano alla Cerimonia di consegna Fayrouz Asaad figlia archeologa di Khaled, Stefano Ravagnan Inviato Speciale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per la crisi in Siria e Mohamad Saleh Ultimo Direttore del Turismo di Palmira. Il Premio 2021 sarà conferito per la scoperta della “città d’oro” fondata da Amenhotep III, riaffiorata dal deserto nei pressi di Luxor in Egitto, a Zahi Hawass già Ministro delle Antichità e direttore della Missione archeologica;

Presentazione di “e-Archeo”, grande progetto nazionale per la valorizzazione multimediale e tecnologica di 8 siti archeologici (sabato 29 ottobre) Commissionato ad ALES spa dal Ministero della Cultura, il progetto e-Archeo è stato realizzato in collaborazione con diverse università italiane e con il CNR ISPC, con l’intento di offrire una modalità di lettura e fruizione di alcuni siti archeologici con un notevole potenziale narrativo ancora non pienamente espresso. Sono stati scelti 8 siti del Patrimonio Culturale di fondazione etrusca, greca, fenicio-punica, indigena e romana: Egnazia (Puglia), Sibari (Calabria), Velia (Campania), Nora (Sardegna), Alba Fucens (Abruzzo), Cerveteri (Lazio), Marzabotto (Emilia Romagna) e le Ville di Sirmione e Desenzano (Lombardia). Per questi otto siti e-Archeo costituisce un progetto di valorizzazione multimediale integrato e multicanale con soluzioni trasversali, da cui si attivano singole applicazioni per vari usi e tipologie di pubblico, promuovendo questo patrimonio in modalità sia scientifica che narrativa ed emozionale;

2ª Conferenza Mediterranea sul Turismo Archeologico Subacqueo e Premio Internazionale di Archeologia Subacquea “Sebastiano Tusa” (sabato 29 ottobre) nel ricordo dell’archeologo siciliano, dal 2021 la Borsa organizza la Conferenza per promuovere le destinazioni mediterranee e il Premio Internazionale di Archeologia Subacquea “Sebastiano Tusa”, che verrà conferito: per il riconoscimento alla carriera Eric Rieth Direttore emerito del CNRS Centre National de la Recherche Scientifique di Francia, per il progetto più innovativo a cura di Istituzioni, Musei e Parchi Archeologici Andrea Camilli Direttore del Museo delle Navi Antiche di Pisa per il progetto “Grande Tirreno”, per il miglior contributo giornalistico in termini di divulgazione Pippo Cappellano Giornalista, regista, foto cineoperatore subacqueo e autore di documentari. Coordinamento scientifico di Luigi Fozzati, intervengono alla Conferenza Barbara Davidde Soprintendente Nazionale per il Patrimonio Culturale Subacqueo, Ulrike Guérin Programme Specialist 2001 Convention on the Protection of the Underwater Cultural Heritage UNESCO, Valeria Patrizia Li Vigni Presidente Fondazione Sebastiano Tusa, Ferdinando Maurici Soprintendente del Mare della Regione Siciliana, Fabio Pagano Direttore Parco Archeologico dei Campi Flegrei, Cristiano Tiussi Direttore Fondazione Aquileia.

A questo link il programma dettagliato: https://www.borsaturismoarcheologico.it/programma-2022/

La BMTA è promossa da Regione Campania, Città di Capaccio Paestum, Parco Archeologico di Paestum e Velia, in collaborazione con la Camera di Commercio di Salerno, la Provincia di Salerno e il Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni.

L’ingresso alla BMTA è gratuito, con la registrazione online consigliata per evitare file. Inoltre, i visitatori accreditati, grazie alla preziosa collaborazione del Parco Archeologico di Paestum e Velia e della Direzione Regionale Musei della Campania, usufruiscono dell’ingresso gratuito alle aree archeologiche di Paestum e Velia e ai musei nazionali di Paestum, Capua, Eboli, Padula e Pontecagnano. Previste anche, su prenotazione, visite guidate gratuite a Paestum e Velia venerdì 28 e sabato 29 ottobre.

Frecciarossa Vettore Ufficiale della BMTA: per chi partecipa all’evento e raggiunge Napoli o Salerno con Le Frecce, sconto del 30% sul prezzo Base del biglietto del treno.

Hits: 5

RSS
Follow by Email
YouTube
YouTube
Instagram
Telegram
WhatsApp
Skip to content